Lo sportello antiscriminazione dell’ANMIC

Non c’è giorno in cui un disabile non sia discriminato. Nell’accedere al trasporto pubblico, parcheggiare nei posti riservati, andare in vacanza, visitare un museo, sentirsi negare l’insegnante di sostegno. Non tutti sanno che esiste una legge, la legge 67/2006, che tutela le persone diversamente abili in caso di discriminazione.

Secondo tale legge si ha discriminazione:

  • quando, per motivi connessi alla disabilità, una persona è trattata meno favorevolmente di quanto sia, sia stata o sarebbe trattata una persona non disabile in situazione analoga.
  • quando una disposizione, un criterio, una prassi, un atto, un patto o un comportamento apparentemente neutri mettono una persona con disabilità in una posizione di svantaggio rispetto ad altre persone.
  • Sono, altresì, considerati come discriminazioni le molestie, ovvero quei comportamenti indesiderati, posti in essere per motivi connessi alla disabilità, che violano la dignità e la libertà di una persona con disabilità, ovvero creano un clima di intimidazione, di umiliazione e di ostilità nei suoi confronti.

La legge parla chiaro ma è poco applicata. Una ricerca dalla LEDHA, la Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità, presso gli archivi di alcuni tribunali italiani ha costatato che ci sono stati appena 64 provvedimenti giudiziari che hanno riguardato la discriminazione di persone disabili, la maggioranza dei quali sono stati effettuati dopo il 2011 e riguardano l’accessibilità dei luoghi pubblici e inclusione scolastica. Questa ricerca è sicuramente parziale ma è comunque indicativa del mancato utilizzo di questa legge.

Nel caso si ritenga di essere stato discriminato, un buon punto di riferimento per segnalare il fatto e chiedere consiglio all’Anmic, l’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili, che da qualche anno  ha messo a disposizione un numero verde antidiscriminazione800 57 27 75

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.